Non c’è solo l’annunciazione dell’angelo a Maria, ma c’è anche quella a Giuseppe. Abbiamo di fronte a noi un uomo giusto che si trova davanti a un problema più grande di lui: Maria è incinta per opera della forza vitale di Dio, lo Spirito Santo. E’ qualcosa di incredibile, che va al di là di ogni sensatezza umana. Giuseppe medita di tirarsi indietro, ma non vuole assolutamente che accada qualcosa di male a Maria, per questo pensa di lasciarla in segreto, senza dirlo a nessuno. Poi si vedrà. Giuseppe non è un uomo della legge, è “umano”: mette l’amore per la fidanzata prima della legge. Ma è anche un uomo di fede, aperto alle “sorprese” di Dio. (Anzi, forse è “umano” proprio perché è uomo di Dio). Il sonno di Giuseppe è agitato, ma è proprio quando si lascia andare e fa cadere le ultime difese che si rivela a lui l’inaudito: “Non temere di prendere con te Maria, tua sposa”. Giuseppe abbandona il tormento e l’angoscia per fare spazio al sogno di Dio: decide di fidarsi. “Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa”. Decide di “riconoscere” il frutto del grembo di Maria come suo figlio. Non è genitore, ma accetta di diventare padre e custode della famiglia più speciale di tutti i tempi. Vorrei chiedere al Signore per tutti i “padri” (e anche per me) lo stesso coraggio e la stessa fede di Giuseppe per essere audaci interpreti del sogno di Dio che si fa storia. Il Natale è la festa di un Dio che in Gesù si fa Dio-con-noi assumendo la nostra umanità. Quanto più accoglieremo il Figlio di Dio tanto più cresceremo in umanità. Buon Natale a tutti! Don Sandro

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 1,18-24

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Però, mentre stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa “Dio con noi”. Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa.